Hosting dei dati sicuro e sostenibile: migrazione dell'ambiente di produzione a Infomaniak - Intervista al nostro sviluppatore

Elena Höppner
da Elena Höppner Content Marketing 16.03.2023

Sicurezza, indipendenza, sostenibilità: queste sono probabilmente le prime caratteristiche che vengono in mente quando si pensa alla qualità di un data center. Dopo tutto, i dati devono essere tenuti al sicuro, non devono cadere nelle mani di terzi e devono essere sempre disponibili per i clienti. E idealmente, il tutto dovrebbe essere in armonia con l'ambiente. Il mese scorso siamo riusciti a migrare l'intero ambiente di produzione di Vanillaplan nel data center di Infomaniak, il principale provider svizzero, e abbiamo colto l'occasione per dare uno sguardo dietro le quinte della nostra elaborazione dei dati con una breve intervista al nostro sviluppatore Carlo.

Carlo, il mese scorso avete migrato l'ambiente di produzione da Vanillaplan a Infomaniak. Mi può spiegare cosa significa?

Migrare significa fondamentalmente trasferire l'ambiente di produzione, il luogo da cui vengono trasferite le ultime versioni del nostro software e gli aggiornamenti ai nostri clienti, da un sistema a un altro. In questo caso, lo abbiamo migrato al nostro nuovo provider di hosting Infomaniak. Per farlo, abbiamo dovuto prima creare un nuovo ambiente di produzione e poi trasferire tutti i dati dal vecchio al nuovo ambiente di produzione.

Come ha funzionato esattamente la migrazione e quanto tempo ha richiesto l'intero processo?

Prima di tutto, abbiamo creato un nuovo ambiente, poiché questo problema ci affliggeva da tempo. Per farlo, abbiamo rivisto il nostro ambiente di produzione, in modo da poter implementare molte cose in modo più efficiente e automatico. Poi abbiamo effettuato la migrazione vera e propria, che si è svolta in diverse fasi. Per prima cosa, naturalmente, abbiamo effettuato alcuni test e creato un ambiente di prova. Lo abbiamo migrato sulla nuova infrastruttura prima che fosse il turno dell'ambiente di produzione. A tal fine, abbiamo configurato l'intero sistema sul nuovo provider di hosting, Infomaniak. Poi abbiamo spento la vecchia applicazione in modo che non fosse più disponibile per un breve periodo e abbiamo potuto migrare il database dal vecchio ambiente al nuovo ambiente in modo che gli utenti avessero gli stessi dati. Infine, siamo riusciti ad attivare il nuovo ambiente, il che significa che abbiamo reindirizzato gli utenti dal vecchio al nuovo ambiente.

E qual è il risultato finale? Funziona tutto?

Abbiamo monitorato il nuovo ambiente di produzione per un po' di tempo e pochi giorni fa abbiamo eliminato completamente il vecchio ambiente di produzione perché tutto funzionava bene.

Quali sono i vantaggi del passaggio a Infomaniak?

Infomaniak ha sede in Svizzera, proprio come il nostro precedente fornitore di hosting. Questo è molto importante per la sicurezza dei dati, poiché i dati dei nostri clienti non escono dalla Svizzera. Inoltre, Infomaniak è anche un provider certificato "swiss hosting". Questo marchio certifica che Infomaniak ha sede in Svizzera e che tutti i dati sono archiviati ed elaborati in un centro dati in Svizzera. Inoltre, Infomaniak ha diversi certificati da offrire nell'ambito della protezione ambientale e della sostenibilità e utilizza metodi molto innovativi per farlo. Ad esempio, dispone di uno speciale sistema di ventilazione in modo che i server del data center siano raffreddati solo con aria naturale e non sia necessaria l'aria condizionata. Per questo motivo sono anche molto bravi in termini di efficienza energetica.

Grazie mille per l'intervista, Carlo!