Pianificazione lungimirante della capacità - soprattutto in tempi di crisi

Elena Höppner
da Elena Höppner Content Marketing 27.04.2023

"Come la crisi dell'industria delle costruzioni si sta improvvisamente aggravando", "L'industria delle costruzioni - si profila una crisi molto grande?", "L'industria delle costruzioni avverte il punto di svolta", - la crisi dell'industria delle costruzioni è sulla bocca di tutti in questo momento. Il drastico calo degli ordini in entrata e la conseguente diminuzione del fatturato, oltre agli aumenti dei tassi di interesse e dei prezzi dei materiali e dell'energia, stanno attualmente imponendo un enorme peso al settore. Soprattutto in questi tempi, una pianificazione lungimirante dell'utilizzo delle capacità operative è fondamentale per operare nel modo più efficiente possibile con le risorse a disposizione.

I dati riflettono senza mezzi termini le preoccupanti condizioni dell'industria delle costruzioni: secondo l'Ufficio federale di statistica, i nuovi ordini nel principale settore delle costruzioni in Germania sono diminuiti di ben il 9,6% dal 2022 al 2023. Solo a gennaio di quest'anno, gli ordini sono diminuiti del 5,8% rispetto al mese precedente. Gli ultimi dati dell'Associazione principale dell'industria edile tedesca non lasciano ben sperare: a febbraio di quest'anno, gli ordini ricevuti dalle aziende con più di 20 dipendenti sono diminuiti drasticamente del 15,4% rispetto a febbraio dell'anno precedente. Di conseguenza, il calo del fatturato non si è fatto attendere: con il 6,8% rispetto al febbraio di quest'anno e dell'anno scorso, è probabilmente solo l'inizio.

Una situazione davvero bizzarra: dopo tutto, la domanda di abitazioni, energia e infrastrutture di trasporto è più alta che mai. Le abitazioni, soprattutto nelle città, già scarseggiano e l'elevata domanda è ben lungi dall'essere soddisfatta dall'offerta. Si presume che il portafoglio ordini record dello scorso anno fornirà ancora un cuscinetto per la prima metà del 2023, ma il portafoglio ordini non sarà sufficiente a tenere occupate le imprese di costruzione per molto tempo. Le piccole e medie imprese sono particolarmente colpite. A causa del rinvio dei progetti di costruzione e del calo degli investimenti, è sempre più difficile per le imprese promettere scadenze e prezzi, l'utilizzo della capacità è più incerto e l'incertezza è maggiore.

Certo, non possiamo né ridurre i costi dei materiali né generare più ordini di costruzione, ma con Vanillaplan vi assicuriamo di poter gestire le vostre risorse con la massima efficienza, soprattutto in periodi di fluttuazione degli ordini. Con la nostra pianificazione delle capacità, potete avere una visione d'insieme dell'utilizzo del personale fino a 60 settimane prima e quindi avere sempre una panoramica degli effetti sull'utilizzo operativo settimanale in caso di cambiamenti di progetto. È possibile filtrare i singoli reparti in modo che le variazioni nell'utilizzo della capacità in caso di rinvio del progetto siano visibili per ogni reparto. Grazie alla panoramica affidabile dei requisiti temporali e del consumo di risorse in ogni singolo progetto, sapete sempre a che punto siete e potete apportare tempestivamente le modifiche necessarie. In questo modo è possibile controllare in modo affidabile il carico di lavoro anche nelle fasi più volatili.

Date subito un'occhiata alle nostre diverse soluzioni digitali, con le quali potrete contrastare i momenti di crisi.